Disoccupati: nell’Unione Europea sono 27 milioni


4 Giugno 2009 - Il dato sul numero dei disoccupati , attualizzato alla fine di aprile scorso, è per certi versi impressionante. Oltre 14 milioni e mezzo nei Paesi della zona Euro e quasi 21 milioni nei 27 Paesi dell’Unione europea.

Secondo le statistiche certificate da Eurostat, nei 16 Paesi della zona Euro il tasso di disoccupazione ha raggiunto in aprile il 9,2% contro l’ 8,9% di marzo ( -0,3% ) e questo dato è il primo col segno negativo nell’ultimo decennio.

Per ritrovare valori cosi elevati bisogna fare un salto indietro nel tempo fino al settembre 1999, anche se allora la zona Euro era appena nata e meno Paesi vi aderivano.

La Commissione Europea ha già previsto un ulteriore peggioramento di queste cifre, ipotizzando un 9,9% per la fine del 2009 ed addirittura un 11,5% nel 2010.

Il dato più sconfortante tra quelli pubblicati riguarda ancora una volta, i giovani; al di sotto dei 25 anni di età il tasso di disoccupazione sarà del 18,5% nella zona Euro, mentre in tutta l’Unione Europea raggiungerà il 18,7%.

Queste cifre sembrano pesare sulla ripresa economica già a partire dal 2009, anche se qualche sparuto segnale già è emerso.

In Europa il Paese con il più elevato tasso di disoccupazione è la Spagna, con oltre il 18%, anche se, dopo oltre un anno, il numero degli spagnoli che hanno chiesto il sussidio di disoccupazione è diminuito.
L’ Olanda invece con solo il 3 % di disoccupati è in fondo alla classifica.

Per quanto riguarda l’Italia, nell’arco di un anno la disoccupazione è cresciuta passando dal 6,6% del quarto trimestre 2007 al 7,1% dello stesso periodo del 2008.

Maurizio Zani - XageneFinanza2009



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer