La Grecia ha emesso un bond settennale da 5 miliardi di euro


30 Marzo 2010 - Non appena i Paesi dell’Unione Europea hanno trovato l’accordo per impegnarsi ad imbrigliare in una rete di protezione l’economia della Grecia, con l’accordo anche del Fondo Monetario Internazionale, il Governo greco emesso un’obbligazione da 5 miliardi di euro.

Il lancio del titolo, di durata settennale e con un interesse di circa il 6 %, ha lo scopo di verificare il sentiment dei mercati sulla tenuta dei conti pubblici della Grecia.
Le prime notizie diffuse da Atene parlano di richieste per circa 7 miliardi di euro, un risultato buono vista la situazione in cui versa la Grecia, anche se è doveroso ricordare che le precedenti emissioni avevano avuto richieste maggiori.

Il risultato della nuova emissione ha comunque portato un po’ di serenità sui mercati, e i listini della zona euro ed Usa hanno chiuso lunedì in territorio positivo, con percentuali comunque inferiori al punto, così come l’euro che si è rafforzato rispetto al dollaro chiudendo a quota 1,3458.

Per Atene c’è da registrare il nuovo lieve aumento del cds, il costo della protezione contro il crac del debito greco, giunto a superare quota 303.

Standard & Poor's ( S&P ) ha reso pubbliche alcune valutazioni del debito dei Paesi europei: è stato confermato il giudizio della tripla A per Londra, ma con l’ammonimento che potrebbe essere rivisto al ribasso in mancanza di una politica di risanamento fiscale.

Maurizio Zani - XageneFinanza2010



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer