Opel Insignia OPC: sportività high-tech


8 Luglio 2009 - Il motore 2.8 V6 Turbo con 239 kW / 325 cv e l’eccellente valore di coppia di 435 Nm rende Insignia OPC la più potente auto di serie mai prodotta da Opel.
Insignia OPC Sport al top delle prestazioni raggiunge una velocità ( autolimitata ) di 250 km/h e scatta da 0 a 100 km/h in soli 6 secondi.
Le versioni OPC dell’Auto dell’Anno 2009 saranno disponibili da questo autunno in Italia nelle tre versioni di carrozzeria: 4 porte, 5 porte e Sports Tourer.

Opel, che festeggia il decimo anniversario della sua gamma OPC, ha dotato la Insignia di molti elementi high tech. E’ il primo modello OPC a offrire di serie una trasmissione 4x4 autoadattativa con differenziale elettronico posteriore a slittamento limitato ( eLSD ). Il suo sistema di sospensioni FlexRide è stato messo a punto appositamente per offrire un’esperienza di guida più sportiva.

I sedili anteriori Recaro con supporto lombare regolabile in quattro modi e imbottiture estese sono i primi sedili sportivi di serie a ricevere l’ambito sigillo di eccellenza da parte dell’associazione indipendente di ortopedici Aktion Gesunder Rücken ( AGR, ovvero Campagna per Schiene Sane ).

L’estetica è in linea con le prestazioni, con prese d’aria a zanne di tigre nel paraurti anteriore, profili sottoporta, codolini, uno spoiler posteriore integrato e cerchi da 19” e 20” con un disegno specifico OPC. A rendere ancora più attraente il design sono le finiture con cromature satinate e un imponente doppio scarico cromato ben integrato nel paraurti posteriore.

All’interno, i designer hanno creato un ambiente sportivo, con un padiglione scuro, sedili anteriori Recaro esclusivi, una leva del cambio particolare e un volante sportivo di forma appiattita. Il pannello strumenti si illumina di rosso quando il guidatore seleziona, nel sistema FlexRide, la modalità OPC che dà all’auto il massimo della sportività.

Telaio: una guida sportiva e sicura ma senza rinunciare al comfort

Per la prima volta un modello OPC è dotato di una trasmissione 4x4 autoadattativa con differenziale elettronico posteriore a slittamento limitato ( eLSD ). La centralina di gestione della trazione integrale è stata ricalibrata per adattare la distribuzione di coppia alla filosofia sportiva OPC.

Insignia OPC utilizza il sistema elettronico FlexRide che adatta l’ammortizzazione e altre funzioni di guida alle preferenze del guidatore. Quest’ultimo può scegliere tra una modalità di base standard che offre un ottimo comportamento in ogni condizione, ideale per le esigenze della guida quotidiana, oppure la regolazione Sport con la quale le sospensioni si irrigidiscono e riducono il rollio del corpo vettura per una maggiore agilità. Selezionando la modalità OPC, il piacere di guida assume un’altra dimensione. Lo sterzo diventa ancora più diretto, la risposta all’acceleratore più pronta, l’assetto è indirizzato alla massima tenuta e i quadranti della strumentazione si illuminano in rosso.

La nuova architettura di sospensione HiPerStrut ( Montante High Performance ) è stata progettata appositamente per la Insignia OPC. Con un angolo di caster ridotto e un portamozzo più corto, è un’evoluzione significativa della sospensione McPherson dell’Insignia standard. HiPerStrut riduce le reazioni al volante, aumenta l’aderenza e migliora l’inserimento in curva, offrendo a chi guida l’Insignia OPC, con maggior precisione e reattività, le sensazioni che si attende.

Insignia OPC è dotata di freni anteriori Brembo da 18” con grandi dischi perforati da 355 x 32 mm, pinze in alluminio ad alta resistenza a 4 pistoncini con guarnizioni d’attrito ad alte prestazioni. Una caratteristica sviluppata appositamente per la Insignia OPC, denominata disco freno flottante co-fuso, prevede all’avantreno dischi con campana in alluminio e flangia in ghisa.

Dopo un’intensa serie di collaudi su strade normali e al Nürburgring Nordschleife, gli ingegneri dell’ Opel Performance Center di Rüsselsheim hanno optato per pneumatici Pirelli P Zero 255/35, montati su cerchi in lega da 19” e 20” forgiati realizzati con la tecnica della fluoformatura.

Il motore più potente nella storia delle Opel di serie

Insignia OPC raggiunge una velocità autolimitata di 250 km/h e scatta da 0 a 100 km/h in 6 secondi. Ma anche l’elasticità è notevole: in quinta, riprende da 80 a 120 km/h in soli 7,1 secondi.

La versione OPC da 239 kW / 325 cv del 2.8 V6 Turbo si avvale di una diversa messa a punto della centralina di gestione motore, dell’aumento a 0,9 bar della pressione di sovralimentazione e di un sistema di scarico che riduce notevolmente la contropressione. Sviluppato dall’azienda specializzata Remus, il sistema di scarico in acciaio inossidabile è più leggero del 20% rispetto a quello di serie. Dato che anche la sonorità è importante nella percezione di un motore, gli specialisti di acustica Opel hanno sviluppato nuovi silenziatori, centrale e posteriore.

L’unità high-tech 2.8 V6 Turbo è accoppiata a un cambio manuale a 6 marce. Per ottimizzare le prestazioni, il rapporto di trasmissione finale è stato lievemente accorciato da 3,76 a 3,90:1 rispetto alle versioni V6 Turbo Sport e Cosmo.

XageneFinanza2009



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer