UBS ha chiuso il secondo trimestre con una perdita di 1.4 miliardi di franchi svizzeri


4 agosto 2009 - Nel secondo trimestre 2009, la perdita netta di competenza degli azionisti UBS è stata pari a CHF 1.402 milioni. I risultati includono oneri da crediti propri di CHF 1.213 milioni, oneri di ristrutturazione di CHF 582 milioni e una svalutazione dell'avviamento di CHF 492 milioni in relazione all’annunciata vendita di UBS Pactual. Escludendo gli oneri da crediti propri, la svalutazione dell'avviamento e gli oneri di ristrutturazione, gli utili operativi al lordo delle tasse sarebbero stati CHF 971 milioni.

UBS ha messo in atto significative riduzioni delle posizioni di rischio residue e delle perdite ad esse associate, compreso un calo delle rettifiche di valore per perdite su crediti.
La migliorata percezione del merito creditizio di UBS durante il secondo trimestre 2009 rappresenta uno sviluppo positivo, ma gli oneri da crediti propri associati a tale miglioramento sono stati un fattore molto significativo per i risultati del trimestre.

Raccolta netta e patrimonio investito

Wealth Management & Swiss Bank ha registrato deflussi netti pari a CHF 16,5 miliardi; i deflussi netti hanno totalizzato CHF 5,8 miliardi presso Wealth Management Americas e CHF 17,1 miliardi presso Global Asset Management.
A fine trimestre il patrimonio investito risultava pari a CHF 2.250 miliardi, in aumento rispetto a CHF 2.182 miliardi al 31 marzo 2009.

Base patrimoniale e bilancio

Ubs presenta una solida posizione patrimoniale: coefficienti patrimoniali BRI Tier 1 pari al 13,2% e BRI del patrimonio totale pari al 17,7% a fine trimestre, incluso l’effetto dell’aumento di capitale completato il 30 giugno 2009.
L’annunciata vendita di UBS Pactual dovrebbe concludersi nel corso del terzo trimestre 2009 e accrescere il coefficiente patrimoniale BRI Tier 1 di UBS di circa 50 punti base; di conseguenza il BRI Tier 1 ratio pro forma al 30 giugno 2009 sarebbe pari a 13,7%.
E’ stata anche ridimensionata l’esposizione al rischio e del bilancio: attività totali di bilancio diminuite di CHF 261 miliardi a CHF 1.600 miliardi e attivi ponderati per il rischio secondo Basilea II diminuiti complessivamente dell’11% a CHF 248 miliardi a fine trimestre.
Al 30 giugno 2009 il leverage ratio FINMA era pari al 3,5%.

Riduzione dei costi

Sono stati approvati piani per la riduzione della struttura dei costi fissi di CHF 3,5 – 4,0 miliardi entro il 2010.
Al 30 giugno 2009 il numero di dipendenti era pari a 71.806, in calo di 4.400 unità. L’organico verrà ridotto a circa 67.500 unità nel 2010.

Prospettive

Le condizioni dei mercati sono migliorate costantemente durante il secondo trimestre, con i prezzi di mercato in aumento, grazie a una graduale ripresa di fiducia degli investitori verso molti mercati creditizi e azionari. A dispetto di questi segnali economici favorevoli, la situazione congiunturale complessiva si conferma recessiva nella maggior parte delle aree nelle quali Ubs opera.

I livelli di operatività sono aumentati presso i clienti di wealth management, il cui orientamento all'investimento si configura progressivamente meno avverso all’assunzione di rischi. Questo dovrebbe migliorare il potenziale gettito commissionale presso le unità di gestione patrimoniale e asset management. L’attuale dinamica favorevole dei mercati azionari fornisce alla divisione di investment banking un buon contesto per il miglioramento nelle attività su titoli azionari e di investment banking. Benché anche i mercati obbligazionari si muovano a ritmo sostenuto, l’approccio restrittivo nei confronti dell'allocazione delle risorse di bilancio e di altra natura verso molte delle nostre unità di reddito fisso riflette un approccio cauto nell’assunzione di rischi mentre la fase di ricostruzione di queste unità è in corso. Complessivamente le aspettative di Ubs rimangono caute, in linea con le previsioni di una ripresa economica tenuta a freno da una modesta creazione di credito e dalle debolezze strutturali evidenziate dai bilanci di consumatori e governi.

Risultati del secondo trimestre 2009

La perdita netta di competenza degli azionisti UBS si è attestata a CHF 1.402 milioni nel secondo trimestre 2009 rispetto ai CHF 1.975 milioni del trimestre precedente. Tale risultato è riconducibile alle minori perdite su posizioni di rischio in attività ora dismesse o in fase di estinzione da parte di Investment Bank. Hanno inciso in particolar modo sui risultati del secondo trimestre oneri da crediti propri di CHF 1.213 milioni su passività finanziarie valutate a fair value, oneri di ristrutturazione pari a CHF 582 milioni e una svalutazione dell'avviamento di CHF 492 milioni in relazione all’annunciata vendita di UBS Pactual. La perdita netta da attività continuative è stata pari a CHF 1.115 milioni rispetto al precedente valore di CHF 1.852 milioni.

I proventi operativi complessivi sono aumentati da CHF 4.970 milioni a CHF 5.770 milioni grazie a minori perdite di negoziazione e proventi netti di negoziazione pari a CHF 220 milioni rispetto al precedente valore negativo per CHF 630 milioni. Gli interessi attivi netti sono diminuiti a CHF 1.143 milioni dal precedente valore di CHF 1.899 milioni. Per il secondo trimestre 2009 UBS ha riportato rettifiche di valore su crediti per CHF 388 milioni, rispetto ai 1.135 milioni del primo trimestre 2009. I proventi da compensi e commissioni attive netti si sono attestati a CHF 4.502 milioni, in rialzo del 6% dai precedenti CHF 4.241 milioni. Nel secondo trimestre 2009 si è registrato un aumento delle commissioni nette di brokeraggio e di underwriting, in parte compensato dalla diminuzione di altre categorie di commissioni. Gli altri proventi sono scesi da CHF 595 milioni a CHF 292 milioni.

I costi operativi complessivi sono aumentati del 9% a CHF 7.093 milioni da CHF 6.528 milioni. I risultati del secondo trimestre 2009 includono oneri di ristrutturazione pari a CHF 582 milioni e un’ulteriore svalutazione dell'avviamento di CHF 492 milioni in relazione all’annunciata vendita di UBS Pactual, mentre il primo trimestre 2009 includeva una svalutazione dell'avviamento pari a CHF 631 milioni in relazione alla stessa operazione.

Fonte: UBS, 2009

XageneFinanza2009



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer